Terapia Fisica

Diatermia (tecarterapia)

Laser ND Yag

Ultrasuoni

Utile in diverse patologie dell’apparato locomotore. Il maggior scambio elettrolitico e sviluppo di calore endogeno permettono di ottonere risultati sia in fase acuta (distorsioni articolari, traumi tendinei, lesioni muscolari) che in fase cronica (artrosi, osteoporosi, stati cicatriziali), anche in presenza di protesi metalliche.

E’ una terapia fisica che utilizza gli effetti dell’energia generata da sorgenti di luce laser. Gli effetti positivi da segnalare sono: la vasodilatazione (con aumento della temperatura nella zona interessata, aumento del metabolismo e stimolazione neurovegetativa), l’aumento del drenaggio linfatico e l’attivazione del microcircolo.

Terapia in virtù dell quale vengono emesse onde sonore in grado di propagarsi e reagire con i tessuti dando un effetto termico, metabolico e meccanico. Le applicazioni possono essere per contatto diretto o immergendo in acqua la parte dolente.

Elettroterapia antalgica

Elettrostimolazione muscolare

Magnetoterapia

La stimolazione elettrica attraverso la cute mira ad ottenere un effetto antalgico. Vengono utilizzati di norma correnti a bassa frequenza (TENS). Trovano largo utilizzo nelle patologie mediate da un problema di origine neurale (nervo) come brachialgie, sciatalgie, cruralgie etc…

In riabilitazione è usata per il trattamento ed il recupero di molteplici patologie a carico di tessuti muscolari tendinei e legamentosi. I principali benefici sono: aumentato trofismo della zona trattata, diminuzione dei processi infiammatori, migliore ossigenazione dei tessuti, riduzione delle aderenze.

Terapia che consiste nell’emissione di impulsi elettromagnetici a bassa frequenza. Trova impiego nella cura di stati infiammatori con particolare rilevanza nelle patologie osteoarticolari. I campi magnetici favoriscono il deposito di ioni calcio all’interno dei tessuti ossei e sono quindi particolarmente indicati in caso si fratture e ritardata consolidazione ossea.

Onde d’urto radiali

Bendaggio funzionale

Kinesio taping

Le indicazioni terapeutiche sull’apparato muscolo-scheletrico riguardano:

Tessuti ossei: Ritardi di consolidamento/pseudoartrosi, Necrosi asettica testa omero/femore, Fratture da stress, Algoneurodistrofia 
Patologie dei tessuti molli: Condrocalcinosi gomito, anca, ginocchio, Rigidità articolare spalla/gomito/anca/gin., Calcificazione e ossificazione, Miositi ossificanti, Fibromatosi di muscoli, legamenti, fasce. 

Tendinopatie dei tessuti molli 

    In riabilitazione è usata per il trattamento ed il recupero di molteplici patologie a carico di tessuti muscolari tendinei e legamentosi. I principali benefici sono: aumentato trofismo della zona trattata, diminuzione dei processi infiammatori, migliore ossigenazione dei tessuti, riduzione delle aderenze.

    Terapia che consiste nell’emissione di impulsi elettromagnetici a bassa frequenza. Trova impiego nella cura di stati infiammatori con particolare rilevanza nelle patologie osteoarticolari. I campi magnetici favoriscono il deposito di ioni calcio all’interno dei tessuti ossei e sono quindi particolarmente indicati in caso si fratture e ritardata consolidazione ossea.